1. Primo step in gravidanza: prevenire la carie è possibile fin dal pancione. La mamma deve curare moltissimo la propria igiene orale sia in gravidanza che durante l’allattamento perché se ha delle carie dopo la nascita può trasmetterle al figlio;
  2. Le buone abitudini fin dalla culla: anche i neonati hanno bisogno di cura e attenzione all’arco orale, per questo, dopo ogni poppata, è bene pulire le loro gengive con una garza imbevuta d’acqua;
  3. I primi dentini: appena spuntati i primi denti da latte, vanno puliti con una garza umida o con un dito di gomma;
  4. Lo spazzolino sì, ma dolce: da 1 a 3 anni devono essere i genitori a lavare i denti ai bambini utilizzando spazzolini morbidi a testina piccola;
  5. A piccoli passi: dai 4 anni in poi, i bambini possono iniziare a lavarsi i denti da soli ma sempre con uno spazzolino adatto alla loro età e con la supervisione di un adulto;
  6. E il fluoro?: dopo i 6 anni si consiglia l’uso di un dentifricio ricco di fluoro due volte al giorno;
  7. Attenzione ai ciucci edulcorati: è meglio limitare l’uso di ciucci e biberon edulcorati, eliminandoli dopo i due anni di età per evitare il rischio di malocclusioni;
  8. Occhio allo zucchero: le bevande zuccherate e ad alto tasso di carboidrati semplici sono aggressive per i denti di chiunque, ma in particolare per i bambini, meglio dunque limitarne l’uso e dopo averle ingerite, lavare immediatamente i denti;
  9. Prassi scolastiche: a scuola i bambini non possono prendersi cura dei propri dentini, per questo è fondamentale che appena rientrati in casa corrano a lavarseli;
  10. Il dentista: anche i bambini devono abituarsi alla visita dal dentista. Entro i 3 anni di età è consigliabile effettuare la prima visita per scongiurare il verificarsi di malformazioni e disturbi.
Taggalo in :