Bocca sana? Non bastano denti bianchissimi, servono anche gengive perfette. Il segreto per ottenerle è in 10 semplici regole:

1)        Al bando fumo e cattiva alimentazione: il primo rallenta il flusso sanguigno delle gengive, la seconda le appesantisce, stimolando la produzione di placca e batteri;

2)       No stress: anche le gengive risentono delle tensioni con irritazioni e sanguinamenti;

3)       Benvenuta C, Vitamina C: una dieta ricca di frutta e verdura è un’alleata eccellente per la salute gengivale;

4)       È tempo di spazzolare: è fondamentale prendersi cura della cavità orale almeno due volte al giorno, utilizzando a pranzo anche il filo interdentale, lo scovolino o, ancora meglio, i bastoncini di legno reperibili in farmacia;

5)       Occhio al tempo: non lasciar passare più di 12 ore senza una pulizia accurata dei denti e della bocca in generale;

6)       Modera l’acqua: i batteri amano l’acqua, meglio usarla con moderazione ricordando che denti e gengive si lavano benissimo anche a secco e che in caso di infiammazione è meglio utilizzare un dentifricio al fluoro, pulire lo spazzolino con acqua ossigenata ed eliminare il cappuccio di plastica, vera e propria serra per batteri;

7)       Bicarbonato fin dai primi giorni: le gengive esistono ancora prima che spuntino i denti da latte, per questo vanno coccolate con impacchi di bicarbonato. Esistono appositi ditali di gomma, altrimenti si può ricorrere a una garza appena inumidita, un’abitudine, questa, da tenere a mente per tutta la vita, sostituendo il bicarbonato al dentifricio nella pulizia serale della bocca una volta alla settimana.

8)       Collutorio sì, ma senz’alcool. Il dentista saprà consigliare il migliore;

9)       Il bello del verde: le piante sono grandi amiche delle gengive sane. Si può scegliere tra: l’aloe vera, la cui efficacia nel trattamento delle malattie parodontali è stata scientificamente dimostrata, applicando un gel sulle gengive, o la liquirizia-echinacea-ossicocco (il cranberry, mirtillo rosso americano), ma anche la malva o camomilla concentrate, ottimi calmanti. Senza dimenticare: l’echinacea, da utilizzare anche in forma di tintura, e il sale marino, da sciogliere in acqua calda e da utilizzare per sciacquare la bocca tre volte al giorno;

10)    Call the doctor: se le gengive sanguinano o per evitare che accada, è consigliabile fare un controllo e un’eventuale pulizia dal dentista con regolarità (almeno una volta ogni 6 mesi). È questa sicuramente la via migliore per garantirsi una bocca bella e in salute;

Attenzione, meglio ricordare (ed eseguire) queste facili regole di benessere che incappare nella parodontite, l’infezione delle gengive che espandendosi ad altri tessuti di sostegno del dente, può lesionare il legamento e condurre alla caduta dei denti. É questa, infatti, la ragione principale per cui le persone perdono i denti ed è una patologia subdola, perché i sintomi e il dolore sono facilmente ignorabili. Meglio chiedere al dentista, dunque, che svolga il test Psr (periodontal screening and recording), uno screening diagnostico in grado di individuare in maniera veloce i pazienti affetti da parodontite e prendersi sempre cura della propria igiene orale.

Per prevenire basta un’intelligente e regolare pulizia della bocca. Cosa aspetti per metterti all’opera?