Dunque, attenzione agli zuccheri. Più zucchero si consuma, più acido viene prodotto, causando la carie. Lo zucchero si lega alla placca, indebolendo lo smalto e causando la carie. Basti pensare che ogni volta che si consuma uno snack dolce, i denti sono esposti ai danni degli acidi per almeno 20 minuti.

Gli zuccheri più cariogeni sono quelli semplici, come il saccarosio, il glucosio e i derivati industriali. Tuttavia non è sufficiente limitare l'assunzione diretta di zucchero per prevenire la carie. Oggi, infatti, il saccarosio è diventato l'ingrediente fondamentale di molti alimenti: si trova nelle bibite, nei dolciumi, nei cereali della colazione. Bisogna per ciò fare particolare attenzione e bilanciare l’alimentazione con vitamine e minerali come calcio, magnesio, fluoro e fosforo. Il fluoro, in particolare, aiuta a prevenire carie poiché si immette nelle zone più deboli per aiutare a ricostruirle prima che diventino cavità.

È bene inoltre evitare gli alimenti «appiccicosi», come il caramello, che permanendo più a lungo all'interno del cavo orale espongono i denti all'attacco degli acidi ed evitare di succhiare caramelle e cioccolatini, perché in questo modo aumentano i tempi di permanenza degli zuccheri nella bocca. Via libera invece ai polialcoli e agli zuccheri non cariogeni utili anche ad allontanare diabete e sovrappeso.

A essere particolarmente esposti al rischio carie, inoltre, sono i bambini (si calcola che entro i 6 anni di età quasi due terzi dei bambini sviluppino almeno una carie), per cui è bene diminuire il contenuto di zucchero negli alimenti fatti in casa e insegnare loro l'importanza di una corretta igiene orale e di una masticazione equilibrata. La mineralizzazione dei denti, infatti, è stimolata dalle sollecitazioni meccaniche della masticazione. Soprattutto nel periodo della crescita è opportuno allenare la masticazione, sia per rafforzare i denti, sia per migliorare la funzionalità masticatoria. Attenzione, inoltre, alla scelta dei cibi industriali, spesso molto ricchi di zuccheri, o a bevande come succhi di frutta che hanno un elevato apporto zuccherino e calorico ma non vitaminico.

Infine, occhio ai distributori automatici che con i loro prodotti sono spesso portatori sani di carie, obesità, diabete e molte altre patologie.

Taggalo in :