Endodonzia

Il trattamento endodontico è la soluzione immediata e definitiva contro il dolore provocato dall’infiammazione del nervo camerale. Rivolgiti a Dentix e conserva i tuoi denti naturali. Elimineremo il dolore e tu manterrai il tuo sorriso integro.

Video Endodonzia
1

Cos'è il trattamento endodontico?

Il trattamento endodontico, noto come devitalizzazione, prevede la rimozione della polpa dentale.

Dopo l’anestesia locale procediamo alla detersione della camera pulpare e dei canali radicolari. La successiva sigillatura in guttaperca termoplastica riduce la carica batterica. Procediamo quindi alla collocazione dei perni endocanalari in fibra di vetro che rinforzano la struttura dentale residua.
 

2

Quando e perché è necessaria:

Quando il trattamento restauratore non garantisce la salute di un dente, in caso di pulpite acuta, cronica e irreversibile, sia come trattamento paliativo del dolore sia come prevenzione.

La maggior parte dei trattamenti endodontici si realizzano in caso di carie estese che, avendo raggiunto il nervo, causano un dolore acuto. Sono altresì necessari in caso di pulpite cronica, in presenza cioè di una necrosi pulpare che a volte è totalmente asintomatica. A volte si presenta una piccola lesione, fistola, che si sviluppa a livello dentale o gengivale.

3

È un trattamento doloroso?

È indolore, si segue in anestesia locale. Non avvertirai alcun dolore. Di rado, una volta passato l'effetto dell'anestesia, si avverte una leggera sensazione di fastidio localizzato che, dopo pochi giorni, scompare. Per evitare tali disturbi si prescrivono analgecisi e antinfiammatori.

4

Conseguenze a lungo termine

Un dente devitalizzato si debilita e a medio o a lungo termine si possono verificare delle fratture. Bisogna tener presente che per eliminare la carie è inevitabile perdere gran parte della struttura del dente. Per queste ragioni è raccomandabile collocare una corona di porcellana per rinforzare il dente e per mantenerlo integro a lungo.